Loading...
L’azienda agricola2019-07-09T12:15:04+01:00

CURA DEI DETTAGLI, NELLE NOSTRE MANI

Il principio che guida le scelte è sempre lo stesso: curare i dettagli dalla semina al consumo.

I metodi colturali

Un vivaio interno, dove il miglior terriccio accoglie i semi, e le mani delicate delle donne innestano le giovani piantine prima del trapianto.
Un piccolo dedalo di serre dove garantire alle piante un ambiente controllato, la giusta temperatura, umidità e protezione dagli agenti atmosferici.
Le api pensano all’impollinazione e la tecnologia all’irrigazione, per garantire qualità e risparmio idrico.
Raccolti a maturazione perfetta, i frutti vengono sottoposti a un severo controllo qualità: pesati, calibrati, misurato il grado zuccherino e, ogni giorno, il Conte Marco Guarienti in persona provvede ad assaggiarli a campione, perché ai clienti arrivi solo l’eccellenza.
Inceralaccati e contraddistinti con la “moneta d’oro”, sono pronti per arrivare in 24 ore sulle tavole dei raffinati estimatori di questi frutti dal gusto esclusivo.
Coltivati dal Conte Guarienti, solo sulle terre di Gualtieri, per garantire un prodotto tutto italiano, fresco e curato nei minimi dettagli.

Metodi colturali vivaista cura piantine
Azienda Agricola La Palazzina del Conte Guarienti a Gualtieri. Lavorazioni manuali in serra. Lavoro contadino
Il Conte Guarienti assaggia il melone per test qualità

La storia dell’azienda agricola

Un legame profondo che si perde nella notte dei tempi, tramandando nelle generazioni i fertili campi golenali di Gualtieri.
Innamorato dello splendore del piccolo borgo reggiano e della fertilità di quei terreni, Marco Guarienti (nonno dell’attuale Conte Marco) decreta Gualtieri terra di elezione, scegliendo Villa Malaspina come residenza estiva e gestendo a mezzadria l’azienda agricola in golena.
Il padre Francesco Guarienti, diede ulteriore impulso all’attività agricola. Luminare di medicina, insignito della cittadinanza onoraria di Gualtieri per la generosità con cui apriva il suo studio pro bono ai meno abbienti, amava profondamente queste terre d’adozione. Fu così che nel ’72, supportato dalla moglie Myra, decise di fondare Tenuta Santa Vittoria, profetizzando: “qui vengono meloni buoni”. Myra, fondamentale nella cogestione della Tenuta agricola, ha contribuito alla sua prosperità, condividendo con il marito la dedizione alla terra.
Tenuta Santa Vittoria, inizialmente coltivata a seminativo, fu trasformata dal figlio Marco, che diventa agronomo per raccogliere la profezia dei genitori e cominciare nel ’93 la coltivazione dei meloni, trasferendosi in pianta stabile a Gualtieri.
Oggi il Conte Marco Guarienti Torello gestisce in prima persona l’azienda agricola di famiglia, con la stessa passione che i genitori gli hanno lasciato in eredità.

Il Territorio

I terreni che ospitano le coltivazioni del Conte Guarienti si trovano tutti nel comune di Gualtieri, tra la frazione di Santa Vittoria e la Golena del Po.
Un terreno alluvionale unico, in simbiosi con il grande fiume che rende da sempre la terra feconda e l’ecosistema inconfondibile. Mentre l’azienda produce, il fiume continua il suo ciclo con le isole che compaiono durante le secche e spariscono inghiottite dall’acqua alla prima piena, per poi riemergere e ricoprirsi velocemente con una vegetazione lussureggiante, fatta di salici, pioppi e cespugli.
Un modo in continua lenta trasformazione, dove il grande fiume continua a spostare e accumula detriti, generando nuove terre coperte da un ricco substrato di humus.